Che sia una fiaba a lieto fine?

31 Ott

Eccoci qui ancora una volta a presentare la 16esima Stagione di Teatro Contemporaneo del Teatro Aurora.

La vera novità è  la nuova funzione che Questa Nave ha deciso di dare a questo spazio. Da settembre è diventato una casa teatrale per i nuovi gruppi, un progetto erede di Specie Protetta, ma molto più articolato. Lo abbiamo chiamato Sala Travaglio. I gruppi nuovi del territorio già da anni ci cercavano per affittare il teatro, ma più spesso per consigli, proposte e collaborazioni.

In una regione che non ha ancora una legge teatrale, abbiamo pensato di fare di questo teatro lo spazio di un incontro nuovo, tra generazioni. La nostra esperienza e la loro necessità di provarsi.

Il progetto ha questa premessa. No limits. Questa Nave decide di non assolvere una funzione critica, quindi scegliendo un gruppo piuttosto che un altro, ma di assolvere una funzione di servizio culturale. Non sarà Questa Nave a giudicarti, ma chi viene a vedere il tuo spettacolo. Come Questa Nave, ti offro uno staff di lavoro con un’esperienza organizzativa impensabile per un gruppo nuovo.

Abbiamo poi messo a disposizione gli spazi del Teatro Aurora, finché le spese di riscaldamento non lo renderanno improponibile, per poi spostarci in Via Pasini – il cui affitto non è a carico della Pubblica Amministrazione ma si autosostiene con i corsi di teatro – per training, prove, scambi. Infine, gli spazi dell’ufficio per parlare e confrontarsi

Abbiamo offerto il teatro durante la stagione per presentare 5 spettacoli che non noi, ma i gruppi stessi hanno scelto come rappresentativi, e infine abbiamo chiesto loro di lavorare insieme, a un progetto originale, che sarà ispirato a Re Lear di Shakespeare e al conflitto fra le generazioni.

Le cinque compagnie sono: Empusa Teatro, H2O non potabile, La Vanguardia Nonsensista, ExvUoto, Itineris Teatro (che sta già massicciamente usando gli spazi per lavorare).

Sarà chi invece vuole assolvere la funzione di produttore che potrà – se ritiene opportuno – investire su qualcuno di questi gruppi. Noi – per ora – vogliamo dare una opportunità reale di lavorare, a chi vuole, in modo continuato in uno spazio attrezzato, pre-condizione di avvio a un lavoro professionale.

Questo servizio per il comparto culturale della città verrà assolto da Questa Nave negli spazi del Teatro Aurora perché è sempre stato un teatro d’avanguardia, nonché l’unico in questa area storica della città.

Questa funzione di casa del teatro è stata auspicata dall’Assessora alla Cultura del Comune di Venezia.

Assolveremo a questa funzione senza minimamente diminuire la normale attività: si è sviluppata anzi una forte collaborazione anche con la Municipalità di Marghera; quindi via via il Teatro Aurora sta diventando spazio non solo del contemporaneo e dei nuovi autori, ma anche – sempre di più – teatro della città.

D’altro canto il taglio complessivo dei contributi pubblici – riferito alle ultime due stagioni – è stato del 36,40%  alla struttura  e del 40% alla Stagione. Un taglio troppo pesante, nonostante l’aumento delle entrate da attività e la diminuzione delle spese.

Quindi, allo stato attuale delle cose, se la situazione non verrà in qualche modo modificata, questa rischia di essere l’ultima stagione del Teatro Aurora.

 Questa Nave

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: