Un gioco comico di innocenza e istinti

3 Dic

Il sogno degli artigiani” vuole essere innocenza, realtà che si compone tutta per somma di istinti, di trasformazioni, teatro che si fa teatro. E’ un gioco comico, è come mettere la lente d’ingrandimento nel “Sogno di una notte di mezza estate” per vedere, come in un esperimento, se questi quattro personaggi possono reggersi in piedi da soli.
La lingua scelta per mettere in scena Piramo e Tisbe è volutamente alta, preziosa, la lingua di Shakespeare, di Romeo e Giulietta; accanto a questa, una lingua quotidiana, parlata dagli artigiani, che vuole essere antica, popolare ma rispettosa, come sapeva essere l’italiano di qualche anno fa, piena di termini che oggi sarebbe difficile dire senza essere presi per nostalgici e demodè.
E’ curioso come, scrivendo, venga fuori che il tentativo di questi quattro personaggi è continuamente quello di “essere”, pur dovendosi mettere in scena; è curioso come tra le pieghe della comicità vengano a trovarci la nostalgia, il desiderio, il sogno.

Michele Santeramo, autore

Mercoledì 5 dicembre, ore 21, Teatro Aurora di Marghera
VicoQuartoMazzini / Teatro Minimo
IL SOGNO DEGLI ARTIGIANI

Biglietti: 12 euro interi, 10 ridotti, 5 euro allievi corsi di teatro musica e danza, 2.50 con GAT card
Info e prenotazioni: 041.932421 – info@questanave.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: